Covid, Lopalco sulla quarta dose: "Va fatta al quinto-sesto mese dopo l’ultima dose"

Vaccino
Vaccino

Pier Luigi Lopalco, professore di Igiene all’Università del Salento ed epidemiologo, ha spiegato ai microfoni di Fanpage quando fare la quarta dose di vaccino contro il Covid-19. Il dubbio più grande è quello relativo a coloro che hanno fatto la terza dose ed hanno comunque contratto il virus.

L’epidemiologo Pier Luigi Lopalco sulla quarta dose

Lopalco ha spiegato che la quarta dose si può assolutamente fare se ci si è sottoposti alla dose booster di vaccino e si è contratto il virus. Per quanto riguarda il tempo che deve passare tra la terza e la quarta dose o tra l’infezione e la quarta dose, Lopalco ha chiarito che “la distanza dall’ultima dose di vaccino o dall’infezione naturale, che come abbiamo visto equivale più o meno a una dose di vaccino, deve essere indicativamente 120 giorni. Quindi la nuova vaccinazione va fatta al quinto-sesto mese dopo l’ultima dose o dopo l’ultima infezione successiva al richiamo, e si considera la data del test diagnostico positivo“.

Coloro che hanno fatto la terza dose ed hanno contratto il Covid possono fare la quarta dose

Dunque la regola è la stessa che vigeva per la terza dose. Alla domanda posta da Fanpage: “Quindi è sbagliato dire che chi ha fatto la terza dose e poi ha contratto il Covid non deve fare la quarta dose?”, Lopalco ha risposto dicendo: “Sì, se questo evento, come dice Aifa, si è verificato più di quattro mesi fa. Oggi un ultrasessantenne anche se si trova in condizioni di salute buone, se ha avuto un incontro con il virus o l’ultima dose di vaccino più di 120 giorni fa può fare la vaccinazione“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli