Covid, De Luca: ministro Istruzione ripete a pappagallo litanie

Aff
·1 minuto per la lettura

Napoli, 30 ott. (askanews) - "Sulla scuola io trovo sconcertante la ripetizione di litanie che non hanno niente a che fare con l'epidemia. Ormai c'è un ministro dell'Istruzione che ripete delle frasi a 'pappagallo' come quella di tenere aperte le scuole. Abbiamo realtà scolastiche con centinaia di contagi, come si fa a ripetere frasi fatte". Così il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta su Facebook del venerdì, per fare il punto sull'emergenza coronavirus in regione. Il governatore campano ricorda di "essere stato messo in croce quando ho deciso di chiudere le scuole e adesso quasi tutti quanti stanno per prendere questa decisione. E' una cosa ovvia quando i dati del contagio sono drammatici". "Il ministro dice che i ragazzi che non vanno a scuola si ritrovano per strada. Queste cose non si possono sentire perché lo erano anche a giugno e luglio e non c'era l'esplosione di contagio. - continua De Luca, il quale ricorda che i bambini piccoli, nella fascia 0-5 anni "come verificato da un'indagine epidemiologica che abbiamo fatto qui in Campania, sono vettori di virus terribilmente efficaci nelle famiglie".