Covid: ludologo Ligabue, 'giochi da tavolo uniscono e permettono pausa da schermi'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 14 apr. (Adnkronos) – "Il gioco da tavolo è ottimo strumento per allenare le nuove generazioni a un’educazione alla complessità, è una palestra di vita e durante il lockdown è diventato uno strumento, per le famiglie e i gruppi chiusi in casa, per svolgere insieme un’attività diversa da quella abituale, permettendo di staccarsi dagli schermi ai quali siamo abituati tra lo smartworking e la Dad". A dirlo all'Adnkronos è Andrea Ligabue, ludologo, esperto di giochi da tavolo e direttore artistico di Play, il festival di gioco di Modena, commentando il boom di giochi da tavolo che si è registrato nel 2020 e in particolare nei primi tre mesi del 2021. Secondo i dati elaborati da The Npd Group/Assogiocattoli, da gennaio a marzo la riscoperta dei giochi da tavolo, complice il lockdown, ha registrato un'impennata del 33%.

In realtà, spiega Ligabue, "c'è stata una diffusione dell'abitudine al gioco negli ultimi anni, non solo durante il lockdown, con un parziale superamento del preconcetto che il gioco non fosse un passatempo per adulti". Un aspetto che ha aumentato la platea dei giocatori. "Inoltre – afferma il ludologo – il gioco digitale manca di tutta una serie di aspetti che riguardano la vita, e in questo periodo di Covid è nata l'esigenza di riscoprire le attività e i momenti di socialità diretta e il gioco da tavolo è un forte elemento aggregatore, fa superare gli imbarazzi. E' diventato molto apprezzato per trascorrere del tempo insieme in presenza".

Il gioco da tavolo, sottolinea Ligabue, ha molti aspetti interessanti. "Allena la mente e consente di mettere in campo tante competenze – sottolinea – dalla capacità di risolvere problemi al ragionare, passando per la memoria, l'empatia, la capacità di comunicare e di relazionarsi con gli altri. E' stata un’ottima risorsa per le famiglie che hanno rispolverato vecchi classici o comprato nuovi giochi".

A beneficiare del gioco da tavolo sono stati anche gli adulti: "Giocare serve ai ragazzi per crescere e agli adulti per tenere la mente allenata e inoltre risponde all'esigenza di socialità, permettono di stare insieme, di divertirsi e superare le sfide, è un aspetto importante – ricorda Ligabue -. Inoltre il gioco diventa terreno di scambio e relazione comune tra genitori e figli e stimola la creatività".