Covid: Macina, 'sì garanzie per sanitari ma scudo penale resti nel cassetto'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 mar (Adnkronos) – "Parlare di scudo penale per il personale sanitario impegnato nella somministrazione dei vaccini è improprio e inopportuno. Si tratta, invece, di una norma di garanzia". Lo dice la sottosegretaria alla Giustizia Anna Macina, del M5s.

"La campagna vaccinale deve essere accelerata e completata, d’altra parte deve essere tutelato anche il rapporto di fiducia con i cittadini. Due obiettivi da tenere insieme evitando forzature, anche mediatiche. Per portare a regime e completare nel minor tempo possibile la campagna vaccinale è necessario che ogni parte si senta tutelata, dobbiamo agire con spirito di sistema", prosegue.

"È stata avviata una campagna di adesione su base volontaria per avere il maggior numero possibile di ‘vaccinatori’ e completare così la campagna nei tempi stabiliti e senza intoppi. A loro va garantito un clima di tranquillità e serenità professionale che incoraggi l’adesione massiccia alla campagna. Medici e infermieri sono già stati i nostri ‘angeli bianchi’ nella prima fase dell’emergenza, il sostegno nei loro confronti non è in discussione", dice ancora Macina.