Covid: Malpezzi, 'discutere Speranza vuol dire indebolire il governo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 apr (Adnkronos) – "Deve essere chiaro a tutti che mettere in discussione il Ministro Speranza in una fase così complessa significa voler scientificamente indebolire l'azione dell'esecutivo". Lo ha detto Simona Malpezzi in aula al Senato.

"Non c’è nulla di più grave che fare propaganda sul virus quando è il virus il nostro nemico. Qui le uniche posizioni non scientifiche e ideologiche sono quelle di chi, con 500 morti al giorno, ha fatto campagna contro le restrizioni e ha gettato benzina sul fuoco della paura mentre il governo, con il ministro lavorava nella più drammatica emergenza sanitaria dal dopoguerra e lo ha fatto adottando una linea condivisibile e coerente: quella della massima prudenza, senza fare passi più lunghi della gamba e compatibilmente con il quadro epidemiologico", ha spiegato la presidente dei senatori del Pd.

"La salute dei cittadini è il bene primario. Ciò non significa che non si vogliano tutelare le categorie produttive. Sappiamo bene, infatti, che la tutela e il rilancio del sistema economico non possono esserci senza il controllo dell'epidemia”, ha detto ancora Malpezzi.