Covid: Maraio (Psi), 'leali con Draghi ma ritardi ingiustificati portano imprese allo stremo'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 apr. (Adnkronos) – "Siamo leali con il Governo Draghi e il premier si è detto ottimista ma non possiamo non registrare che Il piano vaccinale sta subendo dei ritardi ingiustificati. Avere ancora una copertura bassa delle categorie fragili mette a rischio l’uscita dell’Italia dalla pandemia in tempi brevi: l’unico modo per salvare imprese ormai allo stremo”. Lo ha affermato il segretario del Psi Enzo Maraio, che ritiene che i fondi previsti dal Dl sostegni siano "insufficienti".

"Il Governo ha annunciato un nuovo scostamento di bilancio: per noi questi nuovi fondi dovranno coprire l'intero fatturato perso nel 2020 rispetto al 2019 -ha spiegato Maraio-. Questo serve a vivere oggi e a creare occupazione domani. Non possiamo permettere che nel 2021 chiudano altre, se non di più, 300mila piccole e micro imprese e partite iva. Possiamo bloccare i licenziamenti, ma non si possono fermare i fallimenti. Stanno pagando un prezzo altissimo e sono la spina dorsale del Paese".