Covid: Mattarella-Biden, 'vaccini a Paesi più fragili'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 ott. (Adnkronos) – Garantire i vaccini ai Paesi più fragili per combattere la pandemia. E' uno dei punti sui quali si sono trovati d'accordo il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e quello degli Stati Uniti, Joe Biden, nel corso del colloquio al Quirinale che ha avuto nella pandemia uno dei temi maggiormente approfonditi.

In particolare il Capo dello Stato italiano ha introdotto la questione delle vaccinazioni nel mondo, insistendo soprattutto sulla necessità di garantirla ai Paesi più fragili. Biden, dopo aver riconosciuto “l’ottimo lavoro" fatto dall’Italia sui vaccini, ha ricordato che gli Usa si sono impegnati e condividono la necessità di vaccinare le Nazioni più fragili, senza distinguere tra Paesi alleati e quelli che non lo sono. A questo proposito il Presidente statunitense ha ricordato la sua proposta sulla sospensione temporale dei diritti sui brevetti dei vaccini.

Infine Mattarella e Biden hanno convenuto sulla necessità di fare tesoro di questa esperienza di collaborazione internazionale realizzatasi con il covid, in previsione di futuri possibili nuovi episodi di pandemia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli