Covid, Mattarella a Brescia: "Questo è il tempo del rilancio comune"

·2 minuto per la lettura

"Questo è il tempo del rilancio comune". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Brescia. Il capo dello Stato ha espresso la propria "vicinanza a Brescia e alla sua provincia, così pesantemente colpita dalla pandemia". La vicinanza di tutto il Paese a Brescia, ha evidenziato, è "stata ampia. Questo è il tempo del rilancio comune. Ed è una condizione che sottolinea quanto grande sia stata la capacità di resistenza della città", ha detto Mattarella.

In un momento come quello pandemico si è compreso "come Paese e come mondo, quanto dipendiamo gli uni dagli altri e che ognuno deve fare la propria parte" e "nella dimensione internazionale ci auguriamo che serva come insegnamento per accantonare o rimuovere motivi di contrasto e contrapposizione davanti all'evidenza di pericoli di fronte ai quali tutti abbiamo le stesse fragilità e le stesse esigenze".

"Oltre all’augurio per l’anno accademico, vorrei esprimere l’apprezzamento per questa proiezione verso il futuro" dell’Università di Brescia, ha detto il presidente della Repubblica. "Questo è il carattere di questo momento storico: l’attenzione al futuro, la ripresa, quella che viene chiamata la ripartenza, la ricerca di nuovi equilibri di normalità nuova, ma più consapevole, che renda possibile una vera crescita veloce e nuova del nostro Paese".

"In questi oltre sei anni dalla mia elezione ho svolto come un tour fra le nostre università, che continuerà negli ultimi mesi della mia presidenza, per la consapevolezza dell’importanza del ruolo che gli atenei rivestono per il nostro Paese" ha spiegato il presidente della Repubblica. "C’è l’esigenza di rafforzarli, consolidarli e incoraggiarli anche in un obiettivo indispensabile di incrementare il livello di istruzione universitaria nel nostro Paese e la percentuale di laureati nel nostro Paese", ha aggiunto.