Covid,Mattarella:missioni estero più difficili ma è bene comune

Vep
·1 minuto per la lettura

Roma, 12 nov. (askanews) - "I militari e i civili che operano con ammirevole spirito di servizio nelle missioni di pace e umanitarie, rese ulteriormente difficili dalla grave pandemia che affligge oggi la società globale, sono la prova tangibile del senso di responsabilità e di dedizione al bene comune". E' quanto scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio inviato al ministro della Difesa Lorenzo Guerini in occasione della "Giornata del ricordo dei caduti militari e civili nelle missioni internazionali". "Questo prezioso momento di ricordo sia fonte di riflessione e di rinnovato impegno di solidarietà, nella corrispondenza al vincolo morale rappresentato da quanti sono caduti - ha concluso Mattarella -. Ai familiari, che portano su sé stessi l'angoscia e la tristezza della perdita dei loro cari, va la riconoscenza della Repubblica e la mia commossa ed affettuosa vicinanza".