**Covid: Mediobanca, per manifattura quotata ritorno a livelli pre-crisi in 2022**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 27 apr. (Adnkronos) – Il fatturato della grande manifattura italiana quotata sul Ftse Mib, generato per oltre la metà dalle Americhe, ha registrato nel 2020 il peggiore calo degli ultimi 30 anni e l’unico in doppia cifra (-14,3%). E' quanto si evince dal report dell'area studi di Mediobanca, che ha analizzato l’impatto della pandemia del Covid-19 sui bilanci annuali 2020 delle 27 società industriali e di servizi presenti sull’indice di Borsa italiana. Le previsioni per le società manifatturiere del Ftse Mib vedono un rimbalzo del 10% del giro d’affari nel 2021 e un ritorno ai livelli pre-crisi nel 2022.

"A diminuire sono stati specialmente i ricavi realizzati nell’area delle Americhe (-18,3%), seguiti dall’Emea (-14,1%), mentre aumentano quelli dell’area Asia e Pacifico (+2,8%). La manifattura è il settore che evidenzia la reazione migliore nella seconda parte del 2020 rispetto alla débâcle del secondo trimestre il cui fatturato era crollato del 42,2%", spiega il report.