Covid: Meloni, 'su vaccini no minacce ma trasparenza'

·1 minuto per la lettura
Covid: Meloni, 'su vaccini no minacce ma trasparenza'
Covid: Meloni, 'su vaccini no minacce ma trasparenza'

Roma, 16 mar. (Adnkronos) – Sui vaccini "ci rendiamo conto della complessità nella quale si è lavorato, della velocità con la quale sono stati autorizzati i vaccini, le precauzioni sono fondamentali", ma "trovo che sia francamente scandaloso aver passato 48 ore in totale indeterminatezza, con notizie di cronaca che spaventano i cittadini e con neanche un esponente del governo italiano che si presentasse a chiarire, a offrire elementi". Lo ha affermato Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, durante una conferenza stampa.

"Mi pare -ha aggiunto la leader di Fdi- che ci sia una timidezza che il governo non si può permettere, visto che siamo molto meno timidi a chiudere la gente dentro casa, allora magari cerchiamo di non essere così timidi anche quando vanno date delle risposte. Quindi chiediamo che il ministro competente venga in Aula a riferire sulla situazione".

"Al ministro Speranza, che pare abbia detto oggi che chi dovesse rifiutare il vaccino Astrazeneca non avrà altre possibilità, ricordo che secondo le norme della salute in Italia sul consenso informato, se rifiuti di avere un medicinale il medico ti offre delle alternative. Trattare i cittadini con le minacce non mi sembra un modo intelligente di affrontare una campagna vaccinale, il modo intelligente di affrontare la campagna vaccinale è la trasparenza e la serietà che finora sono mancate, soprattutto da parte dell'Europa, ma anche il governo -ha concluso Meloni- mi pare che qualche passo falso lo abbia fatto".