Covid, Milano estende esenzione Cosap per chi somministra vaccini

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 apr. (askanews) - I soggetti pubblici e privati autorizzati alla somministrazione di vaccini contro il Sars-CoV-2 continueranno a non dover pagare il canone per l'occupazione di suolo pubblico (Cosap) e di aree private asservite a uso pubblico o a pubblico passaggio, per le occupazioni richieste. L'estensione dell'esenzione è stata decisa dalla Giunta comunale con una delibera che ora passerà al vaglio del Consiglio comunale. In particolare, per le farmacie l'esenzione è prevista per tutto il 2021, periodo individuato dal Governo per la sperimentazione della somministrazione di vaccini contro il Sars-Cov-2, su base volontaria, da parte di farmacisti formati.

"Rendere sempre più capillari in città i luoghi in cui ricevere i vaccini contro il Coronavirus è fondamentale, a maggior ragione con l'avvicinarsi della fase massiva della campagna vaccinale - hanno commentato in una nota la vicesindaco Anna Scavuzzo e l'assessore al Bilancio Roberto Tasca -. Sicuramente sono importanti i grandi centri, ma la diffusione di spazi più piccoli e di vicinato ha altrettanta importanza. Le farmacie sono ottime alleate, anche per il rapporto di fiducia che lega i cittadini ai propri farmacisti: il Comune è impegnato a favorire l'accesso ai vaccini in ogni modo, anche sostenendo gli operatori, azzerando gli oneri a loro carico e facilitando le procedure".