Covid: Mirabelli (ex Consulta), 'l'obbligatorietà supera la necessità del consenso' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Dal momento che malattia e infezione hanno due diversi significati, potrebbe essere determinante nel pregiudicare il diritto all'indennizzo la firma del consenso data la discordanza fra quanto scritto nel decreto legge che impone l'obbligo vaccinale "…per la prevenzione della infezione da sars…"; e quanto indicato in uno degli allegati del consenso che parla di vaccinazione "…al fine di prevenire la malattia covid 19 causata dal virus sars cov 2.."? "I termini 'infezione' e 'malattia' non creano disarmonia perché la vaccinazione è resa obbligatoria per evitare la diffusione dell'epidemia e nell'interesse personale per evitare che si possa essere attaccati gravemente dalla malattia", risponde il giurista.

(di Roberta Lanzara)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli