Covid: Moratti, 'a giugno 20 mln vaccini in Italia, il grosso a Malpensa' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il primo volo con vaccini in Italia è atterrato a Malpensa il 30 dicembre scorso, proprio con un volo Dhl Express. Da allora, Dhl ha operato circa 200 voli dedicati sugli 8 aeroporti italiani in cui è presente. "E' stato anche grazie a questa infrastruttura – ha ricordato la vicepresidente – che il nostro Sistema Sanitario ha potuto compiere il salto di qualità nella campagna vaccinale. Anzi sicuramente il successo della campagna vaccinale è dovuto anche all'Hub Malpensa e a Dhl che segue tutto con attenzione e dedizione".

Tutte le spedizioni contengono un chip per monitorare posizione e temperature in tempo reale e i vaccini non fanno magazzino: arrivano di notte, vengono sbarcati e sdoganati, caricati su furgoni e consegnati con scorta al massimo entro le 11 del mattino. "In un aeroporto non potevamo non parlare di misure precauzionali e della cosiddetta variante inglese. Per questo teniamo bene monitorata la situazione, sequenziando le varianti sia da India che da Bangladesh. Stiamo lavorando per i richiami invernali. Abbiamo già avuto riunioni e ne avremo delle altre perché le somministrazioni non passeranno più attraverso le Hub che torneranno alla loro attività abituale".

La vicepresidente ha colto anche l'occasione per salutare il colonnello della Guardia di Finanza Luca Rando, la dirigente dell'Agenzia per le Dogane Maria Periti e il dirigente della Polizia di Stato Rocco Luciani. "La loro collaborazione con Dhl – ha concluso – in questo processo è essenziale. La risposta in tempo reale è uno dei motivi del successo della nostra campagna vaccinale".