Covid, Moratti: nessun allarme-rinunce Astrazeneca, sono il 5%

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 apr. (askanews) - Sarebbero del 5% le rinunce del vaccino Astrazeneca in Lombardia, non il 15% come quantificato oggi al Pirellone dal dg Welfare della regione Giovanni Pavesi. Lo ha precisato in una nota la vicepresidente e assessore al Welfare della Lombardia, Letizia Moratti. "Nessun 'allarme-rinunce' in Lombardia per AstraZeneca perchè ad oggi è meno del 5% dei cittadini che sarebbero vaccinati con questo vaccino a rifiutare effettivamente la somministrazione", ha spiegato Moratti chiarendo quanto detto oggi dal Pavesi.

Dai lombardi, ha detto Moratti, arriva "una conferma della fiducia risposta nella scienza e nei medici da parte dei nostri concittadini che stanno aderendo in modo esemplare alla fase vaccinale volta a combattere e vincere la pandemia".

La vicepresidente ha spiegato che in questi giorni "nel corso delle anamnesi i nostri medici stanno ricevendo una crescente domanda di approfondimenti su Astrazeneca da parte dei cittadini che però, grazie soprattutto alla competenza, alla chiarezza e alle rassicurazioni del personale medico, accettano nella pressoché totalità di farsi vaccinare", ha concluso.