Covid, nasce call center nazionale per contact tracing e Immuni

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Nasce il call center nazionale per il contact tracing e l'app Immuni. La norma è prevista nel decreto Ristori appena approdato in Gazzetta Ufficiale. "Il Ministero della salute svolge attività di contact tracing e sorveglianza sanitaria nonché di informazione e accompagnamento verso i servizi di prevenzione e assistenza delle competenti aziende sanitarie locali. A tal fine, il Ministero della salute attiva un servizio nazionale di supporto telefonico e telematico alle persone risultate positive al virus Sars-Cov-2, che hanno avuto contatti stretti o casuali con soggetti risultati positivi, i cui dati sono resi accessibili per caricare il codice chiave in presenza di un caso di positività" si legge nella norma.

La norma prevede inoltre che a tal fine "i dati relativi ai casi diagnosticati di positività al virus Sars-Cov-2 sono resi disponibili dal predetto servizio nazionale, anche attraverso il Sistema Tessera Sanitaria ovvero tramite sistemi di interoperabilità" e che per queste finalità del servizio "è autorizzata la spesa di 1.000.000 di euro per l'anno 2020 e 3.000.000 per l'anno 2021".