Covid Natale 2021, Galli: "Ristretto per colpa dei no vax"

·1 minuto per la lettura

Sarà "un 'Natale ristretto' anche senza nuove misure, perché le persone responsabili proteggono i più anziani e i più fragili in famiglia, e tutto questo solo perché qualcuno ha deciso di non vaccinarsi". A dirlo all'Adnkronos Salute è Massimo Galli, già docente di Malattie infettive all'università Statale di Milano.

"Sappiamo che il vaccino è imperfetto ma non possiamo che fare l'elogio dell'imperfezione. Non per l'imperfezione in se, ma perché non abbiamo altro per controllare l'infezione. E perché comunque, chi è vaccinato ha una probabilità molto inferiore di infettarsi rispetto a chi non lo è. Questo è indiscutibile".

GREEN PASS SOLO AI VACCINATI - Stretta sul Green pass a partire dal rilascio solo ai vaccinato contro Covid-19? "Se un gruppo ultra minoritario mette in pericolo tutti gli altri, sono giustificate ulteriori misure restrittive". "E' evidente che di fronte ai milioni di italiani, che si sono vaccinati contro il Covid, per se stessi ma anche per responsabilità nei confronti del Paese" si possano adottare regole più restrittive nei confronti di chi non lo ha fatto.

Le persone che "sulla base di leggende metropolitane e falsità mettono in discussione le possibilità di una vita quotidiana normale degli altri non sono giustificabili" conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli