Covid, negli stadi non tutti indossano le mascherine

·1 minuto per la lettura
covid stadi
covid stadi

Un servizio di Striscia la Notizia ha mostrato come la maggior parte del pubblico negli stadi, ora a capienza 75%, non ottemperi all’obbligo. Compresi anche dirigenti e presidenti delle società.

Covid, ipotesi di accesso agli stadi solo con vaccinazione

Uno dei tempi più discussi in materia di restrizioni anti-Covid è la capienza degli impianti sportivi. Gli stadi, in particolare, ad oggi possono ospitare pubblico fino al 75% della loro capienza e solo per coloro che dispongono di Green pass. Quest’ultima condizione potrebbe cambiare a breve, visto che il governo ha intavolato una discussione per permettere l’accesso allo stadio solo per coloro che sono vaccinati. Questa stretta sarebbe figlia dell’aumento dei contagi e della poca ottemperanza alle misure restrittive che dovrebbero essere rispettate all’interno degli impianti sportivi.

Covid, negli stadi persone senza mascherina

Il programma satirico “Striscia la Notizia” ha dedicato un servizio proprio agli stadi italiani e al pubblico che si reca a vedere le partite. Le immagini mostrano chiaramente che sono in diversi a non rispettare le norme in vigore, che prevedono di mantenere le distanze – per quanto possibile – e soprattutto di non togliersi la mascherina.

Covid negli stadi: il servizio di Striscia la Notizia

Oggetto del servizio diverse partite di Serie A, nelle quali anche giocatori, dirigenti e presidenti delle società sono stati inquadrati senza mascherina. L’inviato era presenta durante una partita che si è svolta al Luigi Ferraris, stadio comunale di Genova che ospita le due squadre cittadine: Genoa e Sampdoria. Durante il match il neo-presidente rossoblu, Alberto Zangrillo, è stato inquadrato insieme al virologo Matteo Bassetti, entrambi senza mascherina.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli