Covid, negli Stati Uniti superati i 700mila morti

·1 minuto per la lettura
(Photo by Jon Cherry/Getty Images)
(Photo by Jon Cherry/Getty Images)

Un'ecatombe. È quanto ha fatto il Covid-19 negli Stati Uniti, dove, dall'inizio della pandemia a febbraio 2020, sono stati registrati oltre 700mila morti. Il dato drammatico emerge dai calcoli della Johns Hopkins University. Il numero dei decessi, precisa il centro di monitoraggio sulla situazione epidemiologica negli Usa e nel mondo, è quasi pari alla popolazione di Washington Dc o di Boston.

VIDEO - Covid, se hai questi 7 sintomi fai il tampone

E a causa della variante Delta, il virus continua a mietere vittime con una media di circa 2mila decessi al giorno. Ma proprio il 30 settembre è arrivata una buona notizia: secondo una stima dei Centri per il controllo delle malattie (Cdc), il tasso di decessi e dei ricoveri dovrebbe iniziare a diminuire nel corso delle prime settimane di ottobre. Scott Gottlieb, ex commissario della Food and Drug Administration, ha inoltre affermato che, con tutta probabilità, entro il Thanksgiving l'ondata pandemica scatenata dalla variante Delta dovrebbe aver raggiunto il suo picco.

Intanto, a quanto si legge su Cbs News, sono circa 70 milioni gli americani ancora non vaccinati.

VIDEO - L’invito al vaccino dei Rolling Stones: ecco il video appello

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli