Covid: Nencini, 'basta con i vaccini della diseguaglianza delle Regioni'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 mar. (Adnkronos) – Solo il 15% degli over 80 ha ricevuto la doppia dose di vaccino (in Toscana di meno, però sono stati vaccinati gli avvocati e gli addetti alle pompe funebri, quando 10.000 volontari sono lì ad aspettare). Nondimeno un milione di vaccinati non è ne’ medico, ne’ anziano, ne’ poliziotto, nè insegnante”. Lo scrive il senatore del Psi Riccardo Nencini, sul suo profilo di Facebook, parlando nel post di “vaccini della diseguaglianza”.

“C’è un errore di fondo: ogni Regione decide per sè. Eppure la Corte costituzionale era stata chiara: la gestione della pandemia richiede una gestione unitaria, nazionale, tale da preservare l’uguaglianza delle persone nel diritto alla salute. L’articolo 117 della Costituzione -conclude Nencini- non lascia spazio a equivoci. La profilassi è materia di esclusiva competenza statale”.