Covid, 566 i medici sospesi perché non vaccinati

·1 minuto per la lettura

Attualmente in Italia sono 566 i medici che risultano sospesi perché non vaccinati contro Covid-19. Sono i dati aggiornati della Federazione nazionale degli Ordini dei medici e chirurghi (Fnomceo). Il numero iniziale delle sospensioni - fa sapere la Fnomceo all'Adnkronos Salute - riguardava 742 medici, ma 176 hanno regolarizzato la loro posizione comunicando l'avvenuta vaccinazione e sono stati 'riammessi', cioè è stata revocata la sospensione. I dati arrivano dopo che 41 Ordini provinciali hanno trasmesso i dati che - fa notare la Federazione - sono comunque in divenire.

"C'è ancora lo 0,3% di medici non vaccinati" contro Covid-19, "quindi sono più o meno 1.500. Un po' più di 500 sono stati sospesi", mentre "per i restanti aspettiamo le comunicazioni da parte delle Asl", ha spiegato Roberto Monaco, segretario generale della Fnomceo, la Federazione nazionale Ordini dei medici, ai microfoni della trasmissione 'L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus.

"Tutti i nomi di coloro che non hanno opportuna giustificazione, dopo l'analisi dell'Asl, vengono comunicati agli Ordini professionali per gli adempimenti di legge - ha ricordato - e piano piano stanno arrivando. La situazione è sotto controllo e via via che stanno arrivando le comunicazioni dalle Asl si sta andando avanti".

"Ricorsi? Quando si applica una legge non si può avere paura dei ricorsi - ha risposto Monaco - Ci aspettiamo che qualcuno faccia ricorso, ma noi dobbiamo applicare una legge dello Stato e come Ordine dei medici dobbiamo applicare anche un codice deontologico, per cui un uomo di scienza non può esercitare se non crede nella scienza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli