Covid, non vaccinati oltre 2 milioni di 50enni

·2 minuto per la lettura

Oltre 2 milioni di 50enni in Italia non sono vaccinati. E’ quanto emerge dal report settimanale sulla campagna di vaccinazione condotto dalla struttura commissariale. In particolare sono 2.048.855 (il 21,23% del totale) le persone fra i 50 e i 59 anni che non hanno ricevuto neanche la prima dose di vaccino. Su un totale di 9.651.541 persone nella categoria 50-59 anni, ad aver completato il ciclo vaccinale sono 7.042.299, pari al 72,97%.

Il 12,82% degli appartenenti al personale scolastico non è ancora vaccinato. Si tratta di 186.571 persone.In particolare, su una popolazione di 1.455.308 persone, 1.225.586 hanno ricevuto la prima dose (l’84,21%) e 1.190.932 hanno completato la vaccinazione, pari all’81,83%.

Oltre 35mila sanitari non sono vaccinati. E' di 35.691 la popolazione del personale sanitario che ancora non ha fatto neanche una prima dose di vaccino, pari all’1,82% del totale. Su un notale di 1.958.461 persone, sono 1.849.242 i sanitari che hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 94,42%.

Oltre il 40% dei giovani fra i 16 e i 19 anni in Italia ha completato il ciclo vaccinale. In 845.723, pari al 40,5%, hanno ricevuto anche la seconda dose di vaccino mentre su un totale di 2.322.000 mila giovani, il 63,58% ha ricevuto almeno una prima dose o ha fatto il vaccino monodose. E' invece pari al 36,42% la percentuale di quanti non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino.

Il 33,76% della popolazione nella fascia di età fra i 12-15 anni in Italia ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino, un dato che sale al 34,37% se si considera anche il vaccino monodose. Su un totale di 2.305.514 persone fra i 12-15 anni, 298.942 hann o invece completato il ciclo vaccinale, pari al 12,97%.

Oltre il 6% degli over 80 in Italia non è vaccinato. In particolare, su un totale di 4.554.107 persone oltre gli 80 anni, 279.834 non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino, pari al 6,14%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli