Covid: nuova variante si diffonde a New York, timori per vaccini

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(AP Photo/Seth Wenig, Pool)
(AP Photo/Seth Wenig, Pool)

Una nuova forma di coronavirus si sta diffondendo rapidamente a New York e ha una mutazione che potrebbe indebolire l'efficacia dei vaccini. Lo riporta il New York Times citando due studi, uno di Caltech e uno della Columbia. La nuova variante è chiamata B.1.526 e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.

Intanto la California registra oltre 50.000 morti per Covid, divenendo il primo stato americano a superare il traguardo. La soglia arriva mentre una variante del virus rintracciata proprio in California durante l'inverno si sta rapidamente diffondendo e ora rappresenta il 50% delle infezioni in 44 contee.

"Resta rischio significativo", Biden prolunga emergenza

Il Presidente Usa, Joe Biden, intanto, ha annunciato di avere trasmesso al Registro Federale il provvedimento con il quale prolunga a dopo il 1° marzo lo stato di emergenza nazionale proclamato in precedenza. Questo, si legge sulla nota riportata sul sito della Casa Bianca, poiché il Covid resta un significativo rischio per la sanità e la sicurezza nazionale. Biden ricorda anche in questa occasione che sino a oggi la pandemia è costata la vita a oltre 500mila statunitensi, il che rende essenziale continuare a lottare contro il virus con ogni risorsa del governo.

GUARDA ANCHE - In Usa oltre 500mila morti di Covid, cerimonia alla Casa Bianca