Covid, nuove zone gialle e arancioni per le Feste: le Regioni a rischio

·1 minuto per la lettura
(Photo by Antonio Masiello/Getty Images)
(Photo by Antonio Masiello/Getty Images)

L’aumento dei nuovi casi di coronavirus è sempre più marcato e diverse Regioni hanno ormai superato i parametri considerati critici per il passaggio da zona bianca a zona gialla, mentre altre rischiano di farlo entro Natale oppure Capodanno. Altre ancora potrebbero addirittura "colorarsi" di arancione.

Al momento, la certezza di passaggio immediato in zona gialla riguarda Liguria, Marche, Veneto e la provincia autonoma di Trento: da lunedì 20 dicembre, come ufficializzato dall’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, entreranno in questa fascia e vanno a raggiungere Friuli-Venezia Giulia, Calabria e la provincia autonoma di Bolzano.

Altre tre Regioni rischiano però di entrare in zona gialla già a partire da lunedì 27 dicembre. Si tratta di Lombardia (qui l’incidenza è di 261 casi, mentre restano per ora sotto soglia critica i dati relativi alle ospedalizzazioni), Lazio (con una incidenza di 179,8 casi, l’occupazione dei reparti ordinari è al 12,1% e quella delle terapie intensive al 9,6%) ed Emilia-Romagna (che ha un’incidenza di 241 casi e un tasso di occupazione al 10% in terapia intensiva e al 10,7% negli altri reparti). 

E c’è chi invece teme di passare in zona arancione nei prossimi giorni. Si entra in questa fascia con 150 casi settimanali ogni 100mila abitanti, il 30% di posti letto occupati in area medica e il 20% nelle terapie intensive. L’unica Regione nel mirino è il Friuli-Venezia Giulia. Qui l’incidenza è arrivata a 378 casi settimanali, mentre le aree mediche sono occupate al 23,3% e le terapie intensive al 14,3%

GUARDA ANCHE - Rezza: "Per Natale prudenza e richiami vaccino"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli