La proposta di Ricciardi: lockdown nelle città metropolitane

·2 minuto per la lettura

AGI - Lockdown nelle città metropolitane. E' la soluzione proposta da Walter Ricciardi, consulente del ministro della salute, per contenere l'epidemia da coronavirus. Lo ha detto nel corso di Che tempo che, su Rai3, sottolineando che è necessario inoltre rafforzarsi nelle aree dove servono medici e infermieri, "perché si stanno reinfettando, stiamo perdendo la prima linea delle trincee".

L'Ordine dei medici chiede il lockdown totale 

"Lockdown totale, in tutto il Paese": a chiederlo, "alla luce dei dati, soprattutto quelli sui ricoveri in ospedale e nelle terapie intensive", è il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, sulla pagina Facebook dell'associazione.

Il bollettino, curva pandemica in calo ma con meno tamponi

In calo la curva epidemiologica in Italia, a fronte però di meno tamponi effettuati. Oggi si registrano 32.616 casi contro i 39.811 di ieri. In diminuzione i decessi, 331 oggi contro i 425 delle precedenti 24 ore, mentre il totale delle vittime sale a quota 41.394. I tamponi effettuati sono stati 191.144, 40.529 in meno dei 231.673 di ieri. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. 

Il rapporto positivi/tamponi resta stabile sopra al 17% (17,06% rispetto al 17,22% di 24 ore fa).

La regione con più casi resta la Lombardia, con 4.781 casi (ieri 11.489), seguita da Piemonte con 2.708 (ieri 4.437) e Campania con i casi in aumento a 6.081 (ieri +4.309). Seguono Veneto con 3.313 (contro i 3.815 di ieri), Toscana con 1.864 (ieri 2.787), Lazio con 2.342 (ieri 2.618) ed Emilia Romagna con 2.203 (ieri 2.009), per restare alle regioni con oltre 2.000 nuovi casi. Il totale dall'inizio dell'epidemia e' ora di 935.104 (ieri 902.490).

Il numero di guariti è cresciuto più di ieri, 6.183 contro i 5.966 delle precedenti 24 ore, per un totale di 335.074. Gli attualmente positivi hanno superato il mezzo milione: sono 558.636, vale a dire 26.100 più di ieri. Nuovo balzo anche dei ricoveri in terapia intensiva, +115 (ieri +119), che sono ora 2.749 in tutto, mentre i ricoveri ordinari sono saliti di 1.331 unita' per un totale di 26.440. Le persone in isolamento domiciliare sono 529.447 (+24.654 su ieri).