Covid Austria, lockdown per tutti in due regioni

·1 minuto per la lettura

Le due regioni austriache più colpite dalla nuova ondata di contagi da coronavirus - Salisburgo e Alta Austria - imporranno un lockdown per l'intera popolazione a partire da lunedì. "Non avevamo altra alternativa", ha detto il premier del governo regionale di Salisburgo, Wilfried Haslauer, aggiungendo di sperare di poter sollevare le restrizioni in tempo per il Natale.

Da lunedì è già in vigore in tutta l'Austria un lockdown per chi non è vaccinato. Eventuali misure aggiuntive verranno decise domani durante un incontro fra il governo federale e i governi regionali. Nelle due regioni sottoposte a lockdown generale rimarranno aperti solo supermercati e farmacie. Le lezioni scolastiche avverranno in remoto. Si potrà uscire di casa solo per andare a lavoro, motivi urgenti o medici, e per esercizio fisico all'aperto. "Dobbiamo offrire una prospettiva, questa è la nostra possibilità per riaprire a Natale", ha detto Haslauer, chiedendo a tutti di vaccinarsi.

Nelle ultime 24 ore, in Austria è stato registrato un numero record di 15.145 contagi. A livello nazionale l'incidenza su sette giorni è salita a 989 casi per 100mila abitanti. Nella regione di Salisburgo, l'incidenza è invece ormai a quota 1700 mentre in Alta Austria ha superato i 1600 casi su 100mila. Le due regioni più colpite hanno il tasso di vaccinazione più basso rispetto al resto del paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli