Covid oggi Emilia, 328 contagi e 6 morti: bollettino 4 novembre

·3 minuto per la lettura

Sono 328 i nuovi contagi da coronavirus in Emilia Romagna secondo il bollettino di oggi, 4 novembre. Registrati inoltre altri 6 morti. Dall'inizio dell’epidemia, nella Regione si sono registrati 433.560 casi di positività, 29.677 i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 1,1%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Alle ore 16 sono state somministrate complessivamente 6.930.956; sul totale sono 3.494.594 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 130 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 137 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 187 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,7 anni.

Sui 130 asintomatici, 79 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 3 con lo screening sierologico, 24 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 con i test pre-ricovero. Per 21 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 68 nuovi casi, Ravenna con 46, seguite da Cesena (37). Poi Forlì (29), Reggio Emilia (27), Rimini (26), Modena (24), Piacenza (23), Ferrara (22), Circondario imolese (21), infine Parma con 5 nuovi casi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.134 tamponi molecolari, per un totale di 6.207.368 . A questi si aggiungono anche 14.543 test antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 253 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 412.380. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 7.566 (+ 69). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 7.231 (+79), il 95,5% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano sei decessi: uno a Parma (un uomo di 88 anni), uno nel Modenese (una donna di 59 anni), uno in provincia di Bologna (una donna di 94 anni), uno nel Ferrarese (un uomo di 75 anni), uno in provincia di Ravenna (una donna di 83 anni) e una donna di 87 anni deceduta nel Cesenate.In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.614.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 38 (+8 rispetto a ieri), 297 quelli negli altri reparti Covid (-18). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (quattro in più rispetto a ieri), 5 a Parma (+1); 3 a Reggio Emilia (+1); 4 a Modena (+1); 12 a Bologna (+1); 3 a Imola (invariato); 1 a Ravenna (invariato); 4 a Forlì (invariato); 2 a Rimini (invariato). Nessun ricovero a Ferrara e Cesena (lo stesso dato di ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.687 a Piacenza (+23 rispetto a ieri, di cui 13 sintomatici), 33.140 a Parma (+5, nessuno sintomatico), 51.768 a Reggio Emilia (+27, di cui 24 sintomatici), 72.942 a Modena (+24, di cui 4 sintomatici), 90.936 a Bologna (+68, di cui 36 sintomatici), 13.874 casi a Imola (+21, di cui 12 sintomatici), 26.047 a Ferrara (+22, di cui 11 sintomatici), 34.973 a Ravenna (+46, di cui 29 sintomatici), 19.201 a Forlì (+29, di cui 27 sintomatici), 21.961 a Cesena (+37, di cui 24 sintomatici) e 42.031 a Rimini (+26, di cui 18 sintomatici).Rispetto a quanto comunicato ieri è stato eliminato 1 caso, positivo a test antigenico ma non confermato da tampone molecolare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli