Covid oggi Italia, 62.704 contagi e 62 morti: bollettino 21 giugno

(Adnkronos) - Sono 62.704 i nuovi contagi da Coronavirus in Italia oggi, 21 giugno 2022, secondo i dati e i numeri Covid - regione per regione - del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute. Si registrano, inoltre, altri 62 morti per un totale di 167.842 decessi. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 292.345 i tamponi, tra molecolari e antigenici, con un tasso di positività che sale al 21,4%. In aumento i ricoveri ordinari (+218) rispetto a ieri per un totale di 4.803 pazienti. Invece sono in lieve calo (-3) i ricoveri in terapia intensiva per un totale di 206 pazienti e 25 ingressi del giorno. Gli attuali positivi sono 599.930 (+25.281 rispetto a ieri) e i dimessi/guariti sono 17.191.557 (+37.921).

LAZIO - Sono 7.549 i nuovi contagi oggi, 21 giugno, nel Lazio. . I casi a Roma città sono a quota 4.474. Nello specifico, riferisce il bollettino Covid della Regione, su 6.063 tamponi molecolari e 35.795 tamponi antigenici per un totale di 41.858 tamponi, si registrano 7.549 nuovi casi positivi (+4.915), sono 3 i decessi (-3), 527 i ricoverati (+26), 48 le terapie intensive (+4) e +4.149 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 18%. "I casi sono in deciso aumento, necessaria quarta dose per over 80, sottolinea l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

TOSCANA - Sono 3.182 i nuovi contagi da coronavirus oggi 21 giugno 2022 in Toscana, secondo dati e numeri dell'ultimo bollettino Covid-19 della Regione anticipato su Telegram dal presidente della Regione, Eugenio Giani. I nuovi casi di positività sono stati rilevati su 15.844 test di cui 1.625 tamponi molecolari e 14.219 test rapidi, il tasso dei nuovi positivi è 24,06% (79,2% sulle prime diagnosi). Gli attualmente positivi sono oggi 32.070, +8,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 285 (19 in più rispetto a ieri), di cui 12 in terapia intensiva (2 in più). Oggi si registrano 3 nuovi decessi: 2 uomini e una donna con un'età media di 77,3 anni.

ABRUZZO - Sono 1478 i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza – al netto dei riallineamenti – a 418437. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi (una 73enne della provincia dell’Aquila, un 88enne della provincia di Teramo, mentre il terzo decesso risale ai giorni scorsi ed è stato comunicato solo oggi dalla Asl) e sale a 3369. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 395398 dimessi/guariti (+691 rispetto a ieri). Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 19670 (+784 rispetto a ieri). Di questi, 108 pazienti (-5 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 2 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre i restanti sono in isolamento domiciliare. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1621 tamponi molecolari (2359681 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 5902 test antigenici (3807145). Del totale dei casi positivi, 87188 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+364 rispetto a ieri), 119364 in provincia di Chieti (+352), 96932 in provincia di Pescara (+384), 102786 in provincia di Teramo (+339), 8185 fuori regione (+43) e 3982 (-4) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

SARDEGNA - Sono 2.658 i nuovi contagi in Sardegna registrati nel bollettino Covid di oggi, 21 giugno. Nell'Isola si registrano anche due vittime: una donna di 80 anni e un uomo di 88 del Sud Sardegna. I 2.658 nuovi casi positivi sono stati confermati dall'esame di 181 tamponi molecolari e 2.477 antigenici, su un totale di 8.417 test processati. Rispetto all'aggiornamento di ieri scendono a 7 i pazienti ricoverati nelle terapie intensive (-1) mentre salgono a 103 (+9) i posti occupati nell'area medica. Con 1.363 casi in più, oggi sono 16.238 le persone sottoposte all'isolamento domiciliare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli