Covid oggi Italia, allarme Garattini: "Stadi e aperitivi un rischio"

·1 minuto per la lettura

"Siamo ancora dentro al tunnel" di Covid-19, "ma non ce ne stiamo accorgendo. Tutti pensano che sia finita, ma eravamo a mille contagi al giorno e ora siamo a 6mila, e i morti sono sempre tanti. Sono preoccupato perché non vedo da parte della popolazione l'attenzione che ci dovrebbe essere". Di fronte a una pandemia ancora in corso, in troppi fanno finta di niente secondo Silvio Garattini, fondatore e presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, ospite di 'Un giorno da pecora' su Rai Radio1.

Lo scienziato mette in guardia contro i pericoli di un calo d'attenzione generalizzato: "La gente gira senza mascherina - osserva - c'è la movida e poi gli stadi, che sono pericolosi perché si urla e ci sia abbraccia, in mezzo ad un forte affollamento". Allo stadio ci si può contagiare? "Certo che sì - risponde Garattini - come ci si può contagiare durante la movida, con tutti questi aperitivi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli