Covid oggi Italia, bollettino Protezione Civile e contagi regioni 20 aprile

·2 minuto per la lettura

(Adnkronos) - Il bollettino con i numeri Covid in Italia di oggi, mercoledì 20 aprile 2022, con dati e numeri della Protezione Civile e del ministero della Salute - regione per regione - su contagi da coronavirus, ricoveri e morti. I numeri da Piemonte, Lombardia e Veneto, Toscana e Lazio, Campania, Puglia e Sicilia. Il bollettino delle grandi città come Milano, Roma e Napoli, i numeri della campagna vaccinale nel giorno in cui il sottosegretario Costa ha parlato dell'orientamento del governo sulle mascherine al chiuso, con uno stop all'obbligo previsto per maggio.

Ecco i dati di oggi dalle regioni:

Sono 9.754 i nuovi contagi da covid in Veneto secondo il bollettino di oggi, 20 aprile. Si registrano inoltre altri 14 morti. Il totale dei casi da inizio pandemia è arrivato a 1.609.854, mentre gli attualmente positivi sono 72.608. Il totale dei decessi da inizio pandemia è 14.361.Negli ospedali veneti sono ricoverate 638 persone in area medica e 15 in terapia intensiva. Negli ospedali di comunità i ricoverati positivi sono 128. Nella giornata di ieri sono state effettuate 2.052 vaccinazioni anti-Covid.

Sono 6.564 i nuovi casi da coronavirus registrati in Toscana oggi, 20 aprile, su 39.301 test di cui 4.496 tamponi molecolari e 34.805 test rapidi. Secondo il bollettino con i dati Covid anticipato dal presidente della Regione, Eugenio Giani, il tasso dei nuovi positivi è 16,70% (82,8% sulle prime diagnosi). I ricoverati sono 754 (4 in meno rispetto a ieri), di cui 23 in terapia intensiva (6 in meno). Si registrano 22 nuovi decessi: 13 uomini e 9 donne con un'età media di 82,4 anni (1 a Firenze, 1 a Prato, 2 a Pistoia, 1 a Massa Carrara, 3 a Lucca, 3 a Pisa, 3 a Livorno, 2 a Arezzo, 2 a Siena, 4 a Grosseto).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli