Covid oggi Italia, bollettino Protezione Civile e contagi regioni 4 giugno

·3 minuto per la lettura

Il bollettino Covid Italia -regione per regione- di oggi, 4 giugno, con i dati della Protezione Civile mentre 4 regioni (Veneto, Liguria, Abruzzo e Liguria) si avvicinano alla zona bianca. Contagi, ricoveri e morti da Lombardia e Lazio, da Toscana e Sicilia, da Puglia e Veneto. I numeri sui vaccini, le ultime news da Roma, Milano, Napoli. I dati delle regioni:

Sono 196 casi positivi rilevati su 8.339 test oggi, 4 giugno, in Puglia, dove si registrano anche 9 morti e un boom di guariti. E' il quadro del bollettino epidemiologico quotidiano stilato dalla Regione, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute. Ieri i nuovi contagi erano 44 su 2.931 test. Sono stati registrati 9 decessi: 1 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 3 in provincia Bat, 2 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. Stesso numero di ieri. In tutto hanno perso la vita 6.536 persone. I casi attualmente positivi sono 20.248 mentre ieri erano 21.177 (-929). I pazienti ricoverati sono 483 mentre ieri erano 523 (-40).

Sono 121 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 4 giugno, secondo i dati del bollettino della regione. Da ieri, registrati 5 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 28.720 tamponi, il tasso di positività è a 0,42%. I pazienti covid ricoverati sono 592 (-16). In area non critica sono ricoverate 526 persone (-13), i pazienti in terapia intensiva sono 69 (-3).

Sono 133 i nuovi contagi da Covid-19 registrati oggi, 4 giugno, in Toscana, in calo dai 186 di ieri. I test effettuati sono 17.521 di cui 7.460 tamponi molecolari e 10.061 test rapidi. "Il tasso dei nuovi positivi è 0,76% (2,2% sulle prime diagnosi)", afferma su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani. Nello stesso post Giani aggiunge "una bella notizia: una delle due rianimazioni Covid dell’ospedale di Empoli è stata finalmente chiusa".

Sono 71 i contagi da coronavirus nelle Marche resi noti oggi, 4 giugno, secondo i dati del bolletti della regione. Il Servizio Sanità ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2540 tamponi: 1160 nel percorso nuove diagnosi (di cui 316 nello screening con percorso Antigenico) e 1380 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 6,1%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 71 (5 in provincia di Macerata, 8 in provincia di Ancona, 26 in provincia di Pesaro-Urbino, 5 in provincia di Fermo, 22 in provincia di Ascoli Piceno e 5 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (17 casi rilevati), contatti in setting domestico (14 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (21 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (4 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (9 casi rilevati) e un caso proveniente da fuori regione. Per altri 4 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 316 test e sono stati riscontrati 7 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare) per un rapporto positivi/testati pari al 2%.

Sono 5 i nuovi contagi da Covid 19 registrati in Valle d’Aosta oggi, 5 giugno, che portano il totale complessivo delle persone colpite da virus da inizio epidemia a 11.616. Zero i decessi. I dati sono contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione secondo cui i positivi attuali sono 167, - 15 rispetto a ieri, di cui cinque ricoverati in ospedale e 162 in isolamento domiciliare mentre nessun paziente risulta ricoverato in terapia intensiva. I guariti sono saliti di 20 unità a 10.977. I tamponi fino ad oggi effettuati sono 131.054, +399, di cui 33.587 processati con test antigienico rapido. I decessi registrati in Valle d’Aosta di persone risultate positive al covid da inizio emergenza sono 472.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli