Covid oggi Italia, bollettino Protezione Civile e contagi regioni 11 gennaio

·3 minuto per la lettura

Il bollettino con i numeri Covid in Italia oggi, martedì 11 gennaio 2022, dati e news della Protezione Civile e del ministero della Salute - regione per regione - su contagi da coronavirus, ricoveri e morti mentre il virus continua a correre. Con l'Oms stima "che oltre il 50% della popolazione della Regione europea sarà contagiata" dalla nuova variante "nelle prossime 6-8 settimane", ecco i numeri da Lombardia e Campania, Toscana e Lazio, Puglia e Sicilia. Il bollettino delle grandi città come Milano, Roma e Napoli, il punto sulla campagna vaccinale e le terze dosi.

Sono 4.187 i contagi registrati oggi, 11 gennaio, in Friuli Venezia Giulia, secondo il bollettino con i dati Covid della Regione. Nove i decessi. Su 9.026 tamponi molecolari sono stati rilevati 916 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 10,15%. Sono inoltre 25.739 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 3.271 casi (12,71%). Le persone ricoverate in terapia intensiva scendono a 37 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 353.

Sono 21.504 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 11 gennaio 2022, secondo i numeri record del bollettino della regione. Il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza arriva a 12.612. In base al confronto con i dati diffusi ieri da Protezione Civile e ministero della Salute, nelle ultime 24 ore si registrano 29 morti. Nella regione, attualmente i positivi sono 205.699. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 1.680. In terapia intensiva, invece, 215 persone.

Sono 16.290 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 11 gennaio 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione anticipato dal governatore Eugenio Giani. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 16.290 su 87.520 test di cui 20.951 tamponi molecolari e 66.569 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 18,61% (77,4% sulle prime diagnosi)", scrive Giani su Telegram, aggiungendo che i vaccini attualmente somministrati in Toscana sono 7.473.865.

Sono 7.287 i nuovi contagi da coronavirus oggi 11 gennaio in Puglia, secondo i dati dell'ultimo bollettino covid-19. Si registrano altri 4 morti. I nuovi casi, individuati attraverso 87.269 tamponi, sono cosi suddivisi per provincia: Bari: 2.288; Bat: 708; Brindisi: 846; Foggia: 1.059; Lecce: 1.451; Taranto: 835; Residenti fuori regione: 78; Provincia in definizione: 22. Sono 69.410 le persone attualmente positive, 475 ricoverate in area non critica e 49 in terapia intensiva. Dati complessivi: 363.483 casi totali; 6.429.204 tamponi eseguiti; 287.045 persone guarite e 7.028 decessi.

Sono 868 i nuovi contagi da coronavirus in Basilicata secondo il bollettino di oggi, 11 gennaio. Non si registrano invece nuovi decessi. 2.781 i tamponi molecolari effettuati nelle ultime 24 ore. I lucani guariti o negativizzati sono 246. I ricoverati per Covid-19 sono 78 (+4) di cui 2 in terapia intensiva: 41 (di cui 2 in TI) nell'ospedale di Potenza; 37 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 11.085. Per la vaccinazione, ieri sono state effettuate 5.678 somministrazioni.

Sono 4.996 i nuovi contagi da Coronavirus in Abruzzo secondo il bollettino di oggi, martedì 11 gennaio 2022, con i dati della Regione. Nella tabella si fa riferimento ad altri 2 morti, un 77enne della provincia di Chieti e una 88enne della provincia dell'Aquila. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 6.090 tamponi molecolari e 45.007 test antigenici con un tasso di positività al 9.77%. Da inizio pandemia il totale delle vittime sale a 2.673. Da ieri sono guarite 1.029 persone.

Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 54.382. I pazienti ricoverati in area medica sono 338, 24 in più rispetto a ieri, mentre le terapie intensive occupate sono 32, 7 in più rispetto a ieri. In isolamento domiciliare 54.012 persone. Tra le province con il maggior numero di nuovi casi Chieti a 1.398, Teramo a 1.280, Pescara a 1.279 e L'Aquila a 817.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli