Covid oggi Italia, contagi regioni: bollettino 29 aprile

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·3 minuto per la lettura

Il bollettino regione per regione e della Protezione Civile - mentre le regioni monitorano la variante indiana - con i dati covid Italia sui contagi, ricoveri e morti di oggi, 28 aprile. News dalle città - Roma, Milano, Napoli - e in generale da ogni regione. Numeri da Lombardia e Lazio, Toscana e Sicilia, Piemonte e Puglia, Campania e Veneto. I dati:

Sono 170 i nuovi contagi da coronavirus oggi 29 aprile in Basilicata, secondo i dati dell'ultimo bollettino. Si registrano altri 3 decessi. I nuovi casi su un totale di 1.523 tamponi molecolari. I lucani guariti o negativizzati sono 132. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 5.929 (+32), di cui 5.755 in isolamento domiciliare. Sono 16.774 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 512 quelle decedute. In aumento il numero dei ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane, sono 174 (+3): al San Carlo di Potenza 34 nel reparto di malattie infettive, 34 in pneumologia, 10 in medicina d'urgenza, 3 in terapia intensiva e 15 in medicina interna Covid; all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera 36 nel reparto di malattie infettive, 21 in pneumologia, 18 in medicina interna Covid e 3 in terapia intensiva. In calo il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, sono 6 (-3). Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 321.997 tamponi molecolari, di cui 295.615 sono risultati negativi, e sono state testate 187.817 persone.

Sono 935 i nuovi contagi di coronavirus in Veneto secondo i dati del bollettino di oggi, 29 aprile, illustrato dal presidente della regione Luca Zaia. Da ieri si registrano altri 17 morti, che portano a 11.316 il totale dei decessi da covid nella regione dall'inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 36.041 tamponi, l'indice di positività è al 2,59%. In Veneto i casi totali di coronavirus sono 411.111, mentre attualmente i positivi sono 22.255. Scendono ancora i pazienti in ospedale: sono 1.478, con una riduzione di 30 unità rispetto a ieri. Di questi, 1.275 sono ricoverati in area non critica (-26) e 203 in terapia intensiva (-4).

Sono 308 i contagi da coronavirus nelle Marche oggi, 29 aprile, secondo i dati del bollettino della regione. Il Servizio Sanità delle Marche, in base alla tabella, ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4613 tamponi: 2526 nel percorso nuove diagnosi (di cui 642 nello screening con percorso Antigenico) e 2087 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 12,2%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 308 (74 in provincia di Macerata, 44 in provincia di Ancona, 95 in provincia di Pesaro-Urbino, 24 in provincia di Fermo, 59 in provincia di Ascoli Piceno e 12 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (61 casi rilevati), contatti in setting domestico (62 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (102 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (5 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (17 casi rilevati), contatti provenienti da fuori regione (1 caso rilevato). Per altri 59 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 642 test e sono stati riscontrati 39 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%.

Sono 1.052 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 29 aprile, secondo i dati del bollettino della regione anticipato dal governatore Eugenio Giani. "I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.052 su 27.189 test di cui 14.194 tamponi molecolari e 12.995 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 3,87% (9,9% sulle prime diagnosi)", scrive sui social. "Abbiamo aperto un nuovo hub vaccinale ad Empoli in grado di somministrare più di 1.000 dosi al giorno. Ringrazio ancora una volta tutte le donne e gli uomini della Toscana che si impegnano ogni giorno per rendere la #ToscanaSiCura", aggiunge.