Covid oggi Toscana, 224 contagi e 2 morti: bollettino 20 ottobre

·2 minuto per la lettura

Sono 224 i contagi da coronavirus in Toscana oggi, 20 ottobre 2021, secondo i dati covid del bollettino della regione anticipati dal governatore Eugenio Giani sui social. Si registrano 2 nuovi decessi: 2 uomini, con un'età media di 93 anni (1 a Pistoia e l'altro a Massa Carrara). "I nuovi casi registrati in Toscana sono 224 su 28.661 test di cui 8.447 tamponi molecolari e 20.214 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 0,78% (2,7% sulle prime diagnosi)", scrive Giani.

I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 274.029 (95,7% dei casi totali). Gli attualmente positivi sono oggi 5.124, -1,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 233 (2 in più rispetto a ieri), di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno). L'età media dei 224 nuovi positivi odierni è di 47 anni circa (23% ha meno di 20 anni, 14% tra 20 e 39 anni, 27% tra 40 e 59 anni, 23% tra 60 e 79 anni, 13% ha 80 anni o più).

Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 5.717.578 vaccinazioni, 14.556 in più rispetto a ieri (+0,3%).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (216 confermati con tampone molecolare e 8 da test rapido antigenico). Sono 79.617 i casi complessivi ad oggi a Firenze (61 in più rispetto a ieri), 26.513 a Prato (12 in più), 27.201 a Pistoia (34 in più), 14.939 a Massa Carrara (20 in più), 29.111 a Lucca (14 in più), 33.555 a Pisa (29 in più), 21.238 a Livorno (16 in più), 25.880 ad Arezzo (12 in più), 16.560 a Siena (14 in più), 11.223 a Grosseto (12 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 120 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 66 nella Nord Ovest, 38 nella Sud est.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli