Covid, Oms: "Bene vaccini ma preoccupa aumento casi in Europa"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"In questo momento siamo estremamente preoccupati per l'aumento dei casi di Covid-19 che stiamo vedendo in alcuni Paesi. In particolare in Europa e nelle Americhe, dove gli operatori sanitari e i sistemi sanitari sono stati spinti al punto di rottura". Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, in conferenza stampa a Ginevra, sottolineando "le notizie positive che ci arrivano dalla ricerca sui vaccini", dopo la diffusione dei dati preliminari del candidato sviluppato da Moderna.

"Questo non è il momento per l'autocompiacimento. Mentre continuiamo a ricevere notizie incoraggianti sui vaccini, rimaniamo cautamente ottimisti sul potenziale che nuovi strumenti comincino ad arrivare nei prossimi mesi", ha detto il Dg, invitando i Paesi a proteggere i propri operatori sanitari con dispositivi di protezione individuale e a prepararsi ad ulteriori ondate.

"Questo è un virus pericoloso, che può attaccare ogni sistema del corpo" ha affermato il direttore generale dell'Oms, sottolineando che "stiamo vedendo persone che sperimentano effetti a lungo termine" dell'infezione. "Quei Paesi che lasciano correre il virus senza controllo stanno giocando con il fuoco", ha avvertito.