Covid: Oms, 'non è ancora chiaro se ulteriore richiamo vaccino sia utile'

·1 minuto per la lettura
featured 1424257
featured 1424257

Ginevra, 9 lug. (Adnkronos Salute) – Non è ancora chiaro se un eventuale ulteriore richiamo del vaccino anti-Covid sia utile per mantenere la protezione contro il coronavirus Sars-CoV-2, precisa l'Organizzazione mondiale della sanità dopo che Pfizer/BioNTech hanno spiegato che, a 6 mesi dalla seconda dose, l'immunità inizia a diminuire, annunciando l'intenzione di chiedere alla Fda americana il via libera alla terza dose.

"Non sapremo se il richiamo sia necessario per mantenere la protezione contro Covid fino a che non saranno raccolti altri dati, ma la questione è allo studio dei ricercatori. Ci sono dati limitati disponibili relativi alla durata della protezione assicurata dai vaccini e se può servire una ulteriore dose e a chi", ha precisato l'Oms, secondo quanto riporta il 'Guardian'.

Il Chief scientific officer di Pfizer, Mark Dolsten, ha reso noto che, secondo i dati preliminari delle ricerche svolte dalla compagnia, una terza dose di vaccino genera livelli di anticorpi da 5 a 10 volte più alti di quelli misurati dopo la seconda dose".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli