Covid, OMS rinomina varianti con lettere alfabeto greco

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - L'OMS ha deciso di rinominare le varianti da coronavirus utilizzando le lettere dell'alfabeto greco "più facili da pronunciare e da identificare" per i non addetti a i lavori. Con una tabella l'Organizzazione mondiale della sanità ha già classificato le varianti principali conosciute: "alpha" la britannica, "beta" la sudafricana e così via con le lettere dell'alfabeto.

Le etichette, ha precisato l'organizzazione, sono state scelte dopo un'ampia consultazione e una revisione di molti potenziali sistemi di denominazione. L'OMS "ha convocato un gruppo di esperti di partner provenienti da tutto il mondo per farlo, inclusi esperti che fanno parte dei sistemi di denominazione esistenti, esperti di nomenclatura e tassonomia dei virus, ricercatori e autorità nazionali".

Le nuove denominazioni "non sostituiscono i nomi scientifici esistenti (ad esempio quelli assegnati da GISAID, Nextstrain e Pango), che trasmettono importanti informazioni scientifiche e continueranno ad essere utilizzati nella ricerca".

Spiega l'OMS: "Sebbene abbiano i loro vantaggi, questi nomi scientifici possono essere difficili da pronunciare e ricordare e sono soggetti a false segnalazioni. Di conseguenza, le persone ricorrono spesso alle varianti di chiamata in base ai luoghi in cui vengono rilevate, il che è stigmatizzante e discriminatorio. Per evitare ciò e per semplificare le comunicazioni pubbliche, l'OMS incoraggia le autorità nazionali, i media e altri ad adottare queste nuove etichette".