Covid: ordinanza gip, 'acquisire documentazione per ricostruire la catena dei dati falsi'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 30 mar. (Adnkronos) – "Si rende necessaria l’acquisizione di tutta la documentazione rilevante, che consentirà di ricostruire compiutamente la catena dei falsi, rispetto alla quale le incolpazioni in esame costituiscono ragionevolmente solo un quadro parziale". Lo scrive il gip di Trapani nella ordinanza che ha portato ai domiciliari la dirigente Maria Letizia Di Liberti e all'avviso di garanzia dell'assessore Ruggero Razza. "Potendosi comprendere dalle intercettazioni e dovendosi logicamente ritenere che l’alterazione dei dati finali trasmessi all’Istituto Superiore di Sanità sia stata preceduta, di volta in volta, da una coerente alterazione degli atti interni propedeutici alla compilazione del form sulla piattaforma digitale dell’ente centrale", scrive il gip nella ordinanza.