Covid: ordinanza gip, 'numero pazienti positivi volutamente spalmati su più giorni'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 30 mar. (Adnkronos) – Il numero dei pazienti positivi al Covid in un giorno, che era molto alto, "è stato volutamente spalmato su più giorni". E' quanto scrive il gip di Trapani nell'ordinanza di custodia cautelare a carico della dirigente della Regione Maria Letizia Di Liberti. "S desume dalle conversazioni del 3, 4 e 8 gennaio 2021 che i numeri relativi ai primi dell’anno sono stati volutamente “spalmati” su più giorni ", dice l gip. Che elenca una serie di intercettazioni: ""Ma in ogni caso più di 300 … io più di 300 non ne do oggi, e gli altri a poco a poco durante la settimana, perché gli ho detto questi sono i dati di tre giorni che non avete caricato, perché era chiuso Istituto Zooprofilattico, perché c’era….. non avevano gli amministrativi dalla Barone, non avevano gli amministrativi da un’altra parte", dice la dirigente.

"Lo capisco.. però mettiamo 350… ma 500 diventa troppo", dice. "Oggi… io oggi ho levato questi… li ho levati perché ho considerato che sono di sette giorni e glieli spalmo… ma oggi impazzisco…)". E poi c'è la registrazione con un dipendente delll'Asp, Emilio Madonia, finito agli arresti. "Direttore Buon giorno… allora… le volevo anticipare … intanto… i numeri di oggi.. sono molto elevati..ora..sto..sto ancora elaborando.. però sono veramente elevati…!". E la Di Liberti replica: "Elevati quanto, Emilio?". "Elevati… più.. più di..già sono a 1.300 e…ma devo ancora inserirne.. ancora… …altri 300…. da verificare… eh.. sono molto elevati! Ed in più le volevo segnalare che il laboratorio di Scalia non riesce a mandare i dati .. già li ho sentiti.. ci stanno provando in tutti i modi… hanno problemi tecnici…".

"E quindi su Catania non ne abbiamo neanche uno?". E Madonia replica: "No… su Catania ne abbiamo… ne ho un centinaio… Però.. ovviamente…". "E va be… ci lasciamo il centinaio …e … se non li mandano niente… già sono tutti… Con tutto questo numero elevato.. immagina…!".