Covid, orgia per pellicola pornografica. Denunciati i responsabili

·2 minuto per la lettura
covid Madrid sesso orgia
covid Madrid sesso orgia

Sesso di gruppo e orgia con circa cinquanta persone. Questo è ciò che è accaduto la sera di mercoledì 14 ottobre a Madrid dove un noto produttore di film pornografici ha organizzato in un locale della capitale spagnola un evento per girare un film Hard. La Polizia ha denunciato l’accaduto dopo aver visto un volantino pubblicitario nella quale venivano incoraggiate le persone a partecipare all’incontro contravvenendo in questo modo alle norme anti-covid vigenti.
Stando a quanto riportato dai media spagnoli nessuno dei responsabili aveva i permessi per organizzare l’evento. Pertanto il produttore è stato denunciato assieme ad altri due responsabili per disobbedienza alle autorità e violazione norme anti-covid.

GUARDA ANCHE: Il Covid sui monti a nord di Madrid

Covid Madrid, sesso e orgia per film

“Crimine contro la salute pubblica, bukake, orgia, folli, e con registrazione e riprese incluse, e con un minimo di 50 persone “. Questo è quello che è stato pubblicizzato in un volantino diffuso a Madrid nel quale sono state invitate circa 50 persone a girare un film pornografico in un locale del quartiere di San Blas-Canillejas. L’orgia che ha avuto luogo la sera intorno alle 19.30 di mercoledì 14 ottobre, è stata organizzata da Ignacio Allende Fernandèz noto produttore di pellicole Hard insieme ad altri due responsabili.

La Polizia del luogo una volta scoperto l’evento, ha fatto irruzione nel locale. Una volta fatto gli accertamenti su quanto era accaduto hanno provveduto a denunciare i tre responsabili con l’accusa di aver disobbedito e aver posto resistenza all’autorità per gravi violazione delle norme anti-covid. I responsabili oltre ad aver violato le più comuni norme relative misure igieniche e sanitarie anti-covid, non avevano nessun permesso per poter organizzare l’evento. Le forze dell’ordine locali hanno dunque provveduto a chiudere il locale e a porvi i sigilli.

GUARDA ANCHE: Smascherata psicosetta a Novara