Covid: Orlando, 'limitazioni non capriccio ma serve per evitare effetto boomerang'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 apr. (Adnkronos) – "Non credo csi faccia una favore a quelle categorie non dicendo la verità. La verità è che noi dobbiamo fare dei passaggi che evitino in qualche modo di poi avere un effetto boomerang. La cosa peggiore, credo per chiudere, incominciare un percorso di riaperture e poi tra venti giorni e un mese ritrovarsi in una situazione nella quale si deve richiudere di nuovo. Quello non credo sia un buon affare per nessuno". Ad affermarlo è il ministro del Lavoro, Andrea Orlando nel corso della trasmissione su La7 'L'aria che tira' in merito alle proteste dei ristoratori in merito alle attuali restrizioni per far fronte all'emergenza covid.

"Che le limitazioni siano un ostacolo ancora all'attività – sottolinea Orlando-, ne siamo assolutamente consapevoli. Non sono un capriccio ma sono un'esigenza per evitare di fare gli errori che purtroppo sono stati già fatti in passato e che hanno fatto altri paesi e che non dobbiamo fare un'altra volta perché altrimenti facciamo un danno economico enorme anche a quelle categorie".