**Covid: palestre Lombardia, 'bene stop mascherine ma 20% centri non aprirà più'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 2 mag. (Adnkronos) – Lo stop all'obbligo di indossare le mascherine in palestra "è un segnale positivo e può solo portare benefici a tutto il comparto sportivo". Lo dice all'Adnkronos Marco Contardi, presidente di Arisa, l'associazione lombarda delle imprese dello sport e delle arti del benessere fisico che aderisce alla Confcommercio milanese. "Il settore si sta riprendendo lentamente – spiega Contardi – ma è preoccupante leggere i numeri. A Milano e in Lombardia circa il 15-20% delle palestre ha chiuso completamente la propria attività da due anni a questa parte".

Per chi è rimasto in piedi ora il problema è legato all'aumento de costi energetici. "E' una situazione che fa soffrire tutto il comparto – ammette Contardi -. E' un problema enorme, che ha dato il colpo di grazia a diverse imprese, in particolare alle piscine, nessuna esclusa. E' un'aggravante ulteriore che potrebbe portare alla chiusura di alcune attività, soprattutto piscine, e costituisce un ulteriore appesantimento della situazione economica di molte società sportive".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli