Covid party per contagiarsi ed ottenere il Green pass: la denuncia di un medico di Bolzano

·2 minuto per la lettura
Ospedale Covid
Ospedale Covid

Una notizia allarmante proviene da Bolzano, in Alto Adige: gruppi di giovani organizzano Covid party per evitare di vaccinarsi ed ottenre comunque il Green pass. La denuncia arriva dal medico Patrick Franzoni, vice coordinatore dell’unità Covid della Provincia.

Covid party a Bolzano per ottenere il Green pass

Il dottor Franzoni ha affermato che molti dei suoi colleghi ricevono delle vere a proprie confessioni da parte di alcuni degenti in ospedale a causa del Covid. Molti di loro ammettono di aver partecipato ai Covid party per contagiarsi ed ottenere il Green pass senza doversi vaccinare. La paura e lo scetticismo nei confronti del vaccino sono arrivati a questo livello ormai. Alcune persone preferiscono ammalarsi, convinti che si tratti solo di un’influenza, piuttosto che vaccinarsi. Peccato però che la maggior parte degli infetti finisce in ospedale.

Covid party a Bolzano per ottenere il Green pass: le tipologie di no vax in Alto Adige

Dei Covid party se n’è parlato molto all’inizio della pandemia, erano diffusi soprattutto negli Stati Uniti d’America e in altre parti del mondo. In Italia era davvero bassa la percentuale di popolazione che ricorreva a questi metodi per immunizzarsi. Questo fantasma sempre però essere tornato, almeno in Alto Adige. Patrick Franzoni, che conosce bene il territorio in cui lavora ed ha spiegato due tipologie di persone tra i no vax: “da un lato ragazzi in età scolare, magari spinti da genitori no vax, che cercano contatti con i positivi per sviluppare l’infezione nella convinzione che si tratti solo di un’influenza che non provoca problemi particolari. Dall’altro , persone più adulte che vivono nelle nostre valli, splendide ma dove i numeri delle vaccinazioni sono un pochino deludenti“.

Covid party a Bolzano per ottenere il Green pass: l’ottimismo di Patrick Franzoni

Nonostante le precedenti dichiarazioni, il dottor Franzoni è abbastanza ottimista, in quanto oltre il 78% della popolazione in Alto Adige si è immunizzata attraverso le due dosi di vaccino anti Covid. Da quando si è saputo della terza dose, Patrick Franzoni ha detto che c’è stato un vero e proprio assalto, soprattutto tra gli Over 40. Tutto questo fa capire che i no vax, anche in Alto Adige, sono una percentuale molto bassa della popolazione, come nel resto della nostra Nazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli