Covid, Pd Milano: ancora asintomatici in Rsa? Fontana chiarisca

red-fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 7 nov. (askanews) - "Fontana manda di nuovo i malati Covid tra gli anziani? La notizia della nuova delibera regionale, diffusa stamattina da un organo di stampa, riguarda l'invito alle strutture di offrire, alla tariffa giornaliera di 130 euro, cure sub-acute a favori di pazienti Covid positivi paucinstomatici, ovvero con sintomi lievi. Se questo venisse confermato sarebbe gravissimo". Così la segretaria milanese del Pd, Silvia Roggiani, interviene sull'articolo pubblicato oggi dal quotidiano "Domani" in relazione alla nuova delibera di Regione Lombardia, trasmessa alle case di ricovero e cura, sulla possibilità di ospitare pazienti Covid asintomatici. "Come è possibile - si chiede la numero uno dei dem a Milano - che Regione Lombardia abbia già resettato dalla memoria la terribile tragedia consumata nelle Rsa lombarde, complice la scellerata delibera dell'8 marzo? Si fa entrare il virus nei luoghi che più in assoluto vanno tutelati, questo è inammissibile. Ma quel che è peggio, lo si fa nella consapevolezza di averlo già fatto con conseguenze terribili. Il presidente Fontana - conclude Roggiani - faccia chiarezza subito, non possiamo permetterci il rischio di un'altra strage".