Covid, peggiora situazione a Palermo. Sindaco chiede zona rossa

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Palermo, 11 gen. (askanews) - Peggiora la situazione sul fronte contagi da coronavirus a Palermo. A testimoniarlo sono i dati diffusi dall'ufficio statistica del Comune e dal Dipartimento della Protezione Civile. Rispetto alla settimana precedente, infatti, sono aumentati i nuovi positivi, i ricoverati, i ricoverati in terapia intensiva, gli ingressi in terapia intensiva e i deceduti.

Per il sindaco Leoluca Orlando "è la conferma della gravità della situazione, anche conseguenza dei comportamenti incoscienti di tanti. Una situazione che richiede provvedimenti urgenti, che ho già chiesto ai Governi nazionale e regionale affinché Palermo e la Sicilia siano dichiarati Zona Rossa".

Nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono stati 11.508, valore più alto del 66% rispetto alla settimana precedente, quando si era già registrato un aumento del 36,2%. I tamponi positivi sono stati pari al 17,6%. Il numero degli attuali positivi è pari a 41.506 (valore più elevato dall'inizio della pandemia), 5.915 in più rispetto alla settimana precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 40.033, 5.763 in più rispetto alla settimana precedente. I ricoverati sono 1.473, di cui 208 in terapia intensiva, 152 in più rispetto alla settimana precedente. Nella settimana appena conclusa si sono registrati 95 nuovi ingressi in terapia intensiva (in aumento del 5,6% rispetto ai ai 90 della settimana precedente). Il numero dei guariti (63.821) è cresciuto di 5.359 unità rispetto alla settimana precedente. Il numero dei deceduti, pari a 2.728, è aumentato di 234 unità rispetto alla settimana precedente. Il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,5% (domenica scorsa era pari al 2,6%). I ricoverati complessivamente rappresentano il 3,5% degli attuali positivi (in terapia intensiva lo 0,5%).