Covid, Perù rivede cifre: record mondiale decessi procapite

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 giu. (askanews) - Il Perù ha rivisto le cifre legate alla pandemia di coronavirus e i decessi sono radoppiati, passando da 69.342 a oltre 180mila. Il dato rende il Paese latinoamericano il peggiore per decessi procapite legati al coronavirus, secondo il tracciatore della Johns Hopkins University.

La premier Violeta Bermudez ha detto ai giornalisti che il dato è stato aumentato sulla base delle indicazioni di esperti peruviani e internazionali. "Riteniamo sia nostro dovere rendere pubbliche le informazioni aggiornate", ha detto.

Il Perù è stato uno dei Paesi più colpiti dell'America Latina, in particolare a causa della mancanza di terapie intensive e ossigeno. Come termine di raffronto, la Colombia ha registrato 88.282 morti e la Bolivia 14mila. Il Brasile, che ha uno dei dati peggiori, ha registrato oltre 460mila decessi, ma adesso il Perù ha il dato procapite di morti più alto al mondo, in base alla sua popolazione. In precedenza il record spettava all'Ungheria con 300 morti ogni 100mila abitanti, il Perù ne conta oltre 500 ogni 100mila.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli