Covid, per restrizioni guardare a tasso ospedalizzazione - Speranza

·1 minuto per la lettura
Il ministro della Sanità italiano Roberto Speranza

MILANO (Reuters) - Per l'eventuale cambio di colore delle regioni italiane, e cioè per reintrodurre restrizioni in base all'evoluzione della pandemia di Covid-19, si dovrà guardare maggiormente al numero di ricoveri invece che a indicatori come l'Rt medio.

Lo ha detto oggi il ministro della Salute Roberto Speranza, nel giorno in cui i dati del monitoraggio settimanale segnalano un aumento dell'incidenza dei casi di infezione da coronavirus in Italia.

"In una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione è ragionevole che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento pesi di più il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori", ha dichiarato il ministro alla riunione organizzata dalla nuova presidenza Ue slovena con i ministri di Germania, Portogallo e Slovenia.

Il monitoraggio dell'Istituto superiore di Sanità ha evidenziato oggi un aumento del'incidenza, una crescita dell'Rt medio, e quasi tutte le regioni classificate a rischio epidemico "moderato da basso".

I dati indicano però contemporaneamente la costante diminuzione del tasso di occupazione dei posti sia in terapia intensiva sia negli altri reparti di degenza.

E quindi tutte le regioni restano di colore bianco e nessuna passa al giallo.

(Emilio Parodi, in redazione a Roma Giselda Vagnoni, mailto:emilio.parodi@thomsonreuters.com; +39 02 66129523)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli