Covid, piano Johnson: Gb verso terza dose a tutti gli over 50

·1 minuto per la lettura
(Getty Images)
(Getty Images)

Terza dose di vaccino a tutte le persone dai 50 anni in su, destinata a essere somministrata almeno sei mesi dopo la seconda. Questa la misura cardine, anticipata dalla Bbc, del piano delineato per l'Inghilterra dal governo britannico di Boris Johnson per cercare di tenere a bada il Covid nei mesi autunnali e invernali senza ricorrere a nuovi lockdown.

VIDEO - Vaccino e Covid, cosa fare se ti ammali dopo la prima dose?

Il piano sarà illustrato dettagliatamente alla nazione dal premier e al Parlamento dal ministro della Sanità, Sajid Javid. La terza dose sarà Pfizer, e i consulenti scientifici hanno già indicato che andrà offerta prioritariamente da questo mese agli over 70 e a pazienti cronici a rischio prima di un coinvolgimento generalizzato degli ultracinquantenni.

Ieri i capi-medico del Regno Unito hanno inoltre dato l'ok al governo sull'estensione della campagna di vaccinazioni britannica ai bambini e ragazzi sani fra i 12 e i 15 anni. Ma, nel caso dei giovanissimi, per il momento con una sola dose (Pfizer o Moderna), in modo da bilanciare il rapporto fra i vantaggi previsti sul fronte di una maggiore sicurezza scolastica e i rischi di effetti collaterali vaccinali pur rari in una fascia di eta' nella quale i contagi gravi da Covid restano statisticamente estremamente marginali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli