Covid: pm Roma lascia Anm, ‘vicenda vaccini gestita molto male’

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 mar. (Adnkronos) – “La vicenda dei vaccini è stata gestita molto male dall’Anm e ha avuto l’effetto di gettare discredito su 10mila magistrati che continuano a lavorare nelle stesse condizioni di prima della pandemia”. Lo afferma all’Adnkronos la pm di Roma Antonia Giammaria che con una comunicazione inviata via email ha annunciato la volontà di lasciare l’Associazione nazionale magistrati dopo la nota diffusa dalla Giunta del sindacato delle toghe domenica sera in merito alle vaccinazioni anti-Covid nel comparto della giustizia.

“La richiesta è anche giusta, ma è stata comunicata in modo sbagliato, per questo ho intitolato la mia email ‘not in my name’. E’ passata l’immagine dei magistrati come ‘casta’ e all’opinione pubblica è apparso che volessimo passare avanti agli altri nelle vaccinazioni – sottolinea Giammaria – Invece non è affatto così. Noi continuiamo a lavorare come sempre, nelle aule non abbiamo neanche i divisori in plexiglass come ci sono in tutti i posti, hanno vaccinato i detenuti e non si pensa a tutelare i lavoratori del Tribunale di Roma, dove ci sono stati molti contagi” .