Covid, Pregliasco: "Mascherina almeno per tutto il 2021"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"La mascherina, come minimo, ce la terremo fino alla fine del 2021". Lo ha detto Fabrizio Pregliasco, a 'Un giorno da pecora' su Rai Radio 1. L'arrivo dei vaccini anti Covid-19, ha sottolineato l'esperto, non significherà che automaticamente potremo smettere di rispettare le misure anti-contagio. Questo nonostante i segnali positivi: "Quello che si sta facendo ha una sua utilità" sull'andamento dell'epidemia di Covid-19 in Italia, ha detto all''L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus il virologo dell'università Statale di Milano.

"Ovviamente i casi di morte sono una grande angoscia, e temo che non diminuiranno prima di 2 settimane perché come sappiamo sono l'ultimo indicatore a calare", dice il virologo commentando i dati dell'andamento dell'epidemia, che continua a mietere molte vittime. Soltanto ieri, sui 232.711 tamponi eseguiti, sono stati 29.003 i nuovi contagi da coronavirus in Italia segnalati nel bollettino del ministero della Salute, con un incremento di 822 morti, che portano il totale a 52.850 dall'inizio dell'emergenza legata all'epidemia.

Pregliasco evidenzia che "si vede l'appiattimento della curva del contagio, siamo riusciti a spuntare l'apice e con questa spalmatura" delle nuove infezioni "nel tempo si riescono a gestire i casi più impegnativi in funzione delle capacità di azione degli ospedali, navigando su un valore che è ancora impegnativo, ma non disperante".

"Il 2021 sarà un anno in cui, con i vaccini" anti-Covid, "riusciremo a contenere meglio la malattia -afferma Pregliasco -. L'opportunità di una vaccinazione di massa ha anche una valenza economica, perché le nazioni che riusciranno più rapidamente ad arrivare a un alto livello di vaccinazione" in termini di copertura "potranno far ripartire più rapidamente l'economia".